Cerchio con iscrizione: Scrivi quel che sai parole in linea
Rubriche Scrivi quel che sai

Scrivi quel che sai #7 – trama secondaria e parallela

Riassunto

Bentornato al settimo episodio di Scrivi quel che sai,

questa settimana ci ricolleghiamo all’episodio precedente, in cui abbiamo parlato dello storytelling e del tema centrale, perché voglio trattare la parte dietro le quinte dei personaggi secondari.

In ogni storia che si rispetti l’eroe e l’antagonista hanno degli alleati, spesso coinvolti in trame parallele e sottotrame, che non sono presenti in ogni singolo capitolo del libro. Attingere alle tue conoscenze può ispirarti e aiutarti a capire quali reazioni mostrare al lettore.

Sottotrama o Trama parallela

La trama parallela ha uno sviluppo autonomo rispetto al tema centrale della storia con cui si intreccia, e non ne altera il finale, spesso può definirsi addirittura una storia nella storia. Si tratta delle vicende perfette per ideare gli spin-off.

La sottotrama si intreccia con la vicenda principale che può, entro certi limiti, influenzare, e dalla quale dipende profondamente. Senza la trama principale non esisterebbe la sottotrama, ma non vale il viceversa. Infatti, nessuna sottotrama può pregiudicare la conclusione della trama primaria, ma viene inserita per rendere più profondi i personaggi secondari, svelare qualche curiosità su eroi e antagonisti, o mostrare alcune delle regole del mondo in cui si ambienta la storia.

In ogni romanzo possono essere inserite più di una sottotrama e trama parallela, ma è sempre bene non esagerare, o corri il rischio che il lettore si dimentichi la storia che stavi raccontando.

La trama parallela e la sottotrama hanno in comune il fatto di non essere indispensabili alla conclusione della trama principale, ma vengono utilizzate dare spazio a personaggi secondari e a tutte quelle vicende che in una vita normale continuano ad accadere anche quando non si vedono, finché non vi prestiamo attenzione.

Occhio non vede...

Purtroppo, le sottotrame, dipendenti o indipendenti, non sono sempre visibili all’interno della narrazione, e uno degli errori più comuni consiste nel dimenticare che il tempo passa anche nelle sottotrame, che siano raccontati in capitoli dedicati, oppure no.

Un caso concreto di trama parallela è la storia d’amore tra Ron Weasley e Hermione Granger. Se ben ricordi ci sono accenni, sguardi, imbarazzi, ma per tutto il tempo in cui la narrazione principale si sviluppa J.K. Rowling ha tenuto conto dell’evoluzione della storia tra i due alleati di Harry Potter, finché il nostro eroe non si è accorto che l’amore era nell’aria. Se poi pensiamo che l’autrice si è ispirata per Ron a un suo compagno di scuola, e per Hermione a com’era lei a quell’età, ecco che la correlazione tra conoscere ciò di cui si sta scrivendo, attingere a memorie, desideri e sensazioni è quanto mai prezioso.

Ti piace questo articolo?

Aiutami a crescere. Condividilo con i tuoi amici.

Oppure, lascia un like alla pagina.


Esercizio 7.1

Scegli un libro, o un racconto, tra quelli che hai scritto, o sono in stesura e pensa a come inserire al suo interno un ricordo della tua vita , come trama parallela, o sottotrama. Come si svolgerebbe, ma soprattutto in quali punti andresti a intrecciarla con gli eventi principali?

Resta in contatto

Vuoi rimanere aggiornato sugli ultimi articoli di Parole in Linea? Iscriviti alla Newsletter. Ti arriveranno solo i messaggi relativi alle nuove pubblicazioni del blog.

P.S.: Parole in Linea richiede il cognome solo per assicurarsi che gli iscritti siano reali e non vi siano bot e scam, all'interno degli elenchi, che possano "impicciarsi" dei tuoi dati sensibili.


Acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi della normativa sulla privacy GDPR - Regolamento UE 2016/679.

Esercizio 7.2

Ogni volta che leggi un libro che ti affascina individua le trame secondarie, dividendole tra dipendenti, indipendenti, e parallele. Per essere sicuro di individuare gli eventi in modo corretto poniti le seguenti domande:

  • Cancellando i personaggi coinvolti la trama principale può proseguire fino alla sua conclusione?
  • L’evento in esame pregiudica l’avanzamento della storia?
  • Potrei scriverci sopra uno spin-off?

Quando hai  un dubbio su come sviluppare una trama secondaria, o temi che hai accennato appena nell’arco del tuo romanzo fermati a riflettere se conosci la situazione che vuoi descrivere. La tua memoria può aiutarti? Ti sei documentato in merito? Oppure, basta guardarti intorno, e trarre ispirazione dagli affetti, dagli amici o dai colleghi?

buona scrittura,

BHK

Parole in linea

©️ Riproduzione riservata


Questo articolo

Spargi la voce e condividi!