Argomenti
Corso: Scrivi quel che sai
Accedi
Lezione testuale

Gli strumenti dello scrittore

Gli strumenti dello scrittore

Poco fa ti ho consigliato di portare con te un taccuino per annotare appunti, stralci di descrizione e ispirazione che ti capita di osservare in giro. Per quanto sia amante della carta e certa dell’importanza di scrivere a mano i propri appunti, l’era tecnologica ha in parte reso superfluo questo strumento:

puoi registrare brevi note audio sul tuo smartphone e riascoltarle con calma una volta a casa.

Da una parte, l’audio toglie tutto il romanticismo del libretto degli appunti; dall’altro, ti permette di cogliere le sfumature della tua voce; i suoni circostanti cui non avevi badato, stralci di conversazioni, colpi di clacson improvvisi.

A volte registro delle note in cui descrivo le sensazioni che provo alla vista di qualcosa di particolare.

Un paio di mesi fa sono andata a Villa Borghese e ho visto delle libellule coloratissime che sfrecciavano intorno al laghetto. Sono rimasta così affascinata che ho registrato una nota audio per descrivere il laghetto, le paperelle, le libellule e  le carpe giganti.

Quando ho ascoltato la registrazione mi sono accorta che la mia voce era colma di una eccitazione da bimbetta, che non mi ero accorta di avere nel parco. Inoltre, la descrizione più lunga non riguardava le libellule, rosse e viola: mi ero soffermata sulle carpe, sulle loro movenze sinuose, di come sfiorano il velo dell’acqua, scivolando senza infrangerlo, ricordando dei mostri di Lochness in miniatura.

Una volta a casa, prima di ascoltare la nota audio, ricordavo le libellule, ma avevo completamente dimenticato le carpe, anche perché dopo il laghetto avevo camminato per qualche chilometro dentro al parco e la mia mente era stata assorbita da tanti stimoli diversi.

Se non avessi registrato la mia voce sul cellulare avrei dimenticato quel particolare e chissà quante altre cose.

Usa la tecnologia a tuo vantaggio.

Ormai l’idea di passare per un pazzo che parla da solo al telefono è sdoganata. Nessuno ti guarderà strano. Registra i tuoi appunti… almeno quando non hai un taccuino con te.