Blog Corsi online Pubblicazione

Formati eBook – Pdf, ePub e Mobi – Quale scegliere per il tuo romanzo?

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Formati eBook

Ogni formato ha il suo scopo. ePub, Mobi e Pdf permettono di leggere un libro online, ma ognuno cambia in base al tipo di dispositivo. Vediamo come:

PDF

Il Pdf questo è il formato meno recente dei tre e si usa principalmente in due casi:

Print on Demand (PoD), ovvero la stampa su richiesta, molto utilizzata dagli Store online, come Amazon, StreetLib in cui è necessario che il file e la copia cartacea abbiano una corrispondenza perfetta;

Nei libri fotografici e i libri illustrati, dove la composizione delle immagini rispetto al testo è fondamentale.

Mobi

Mobi: è la risposta di Amazon al formato ePub. I file Mobi si usano solo per il software Kindle di Amazon, presente su eReader, computer, tablet e cellulari. Per cui, se stai pensando di pubblicare in via esclusiva con Amazon, questo formato è quello più adatto alle tue esigenze.

ePub

ePUB: questo è il formato universalmente accettato dagli eReader diversi da Kindle ed è quello adottato da Apple, Kobo, Barnes & Noble e dai lettori eReader Google, che in Italia non sono molto diffusi, ma all’estero hanno la loro fetta di mercato.

Se vuoi pubblicare su più di uno Store online, allora la versione ePub ti sarà utile.

Riassumendo

I formati ePub e Mobi sono perfetti per i progetti in cui il testo prevale sulle immagini, come i romanzi, i saggi e i racconti brevi, mentre il formato Pdf è adatto per chi ha in mente progetti dove la grafica e le immagini sono la parte predominante, come nei libri illustrati e i progetti grafici.

Spero di averti aiutato a capire qual è il formato più adatto alle tue esigenze. Se dovessi aver bisogno di impaginare e convertire il tuo romanzo guarda qui o scrivimi attraverso i social o l’eMail.

Buona pubblicazione,

Parole in Linea

©️ Riproduzione riservata


Questo articolo

Spargi la voce e condividi!
Parole in Linea
Mi chiamo Bianca, anche se la mia carta di identità dice altro, ma ormai le persone mi conoscono con questo nome e soprattutto sembra riescano a pronunciare meglio il cognome teutonico che quello ufficiale... Da qualche anno mi sono avvicinata alla traduzione, all'editing e alla correzione di bozze, studiando e facendo pratica e ora mi sto addentrando nell'ambito dal punto di vista professionale anche se, in effetti devo dire che, se vogliamo vederla sotto l'ottica della revisione, mi sono sempre occupata di editing, solo che prima facevo "editing aziendale e amministrativo". Dopo 10 anni passati a "litigare professionalmente" con avvocati e commercialisti, ingegneri e compagnia bella, ho capito che se sono sopravvissuta a loro posso affrontare gli autori... Del resto ormai sono a un bilancio dall'inferno e lì, si dice, di revisori ne cercano parecchi per rimettere in riga le anime.
https://www.paroleinlinea.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
1 + 5 =