Piacere di conoscerti,

mi chiamo Cristina e uso questo nome quando insegno scrittura e lingua italiana, organizzo, traduco manuali o documenti tecnici; Bianca quando scrivo, edito e traduco narrativa. (Tranquillo, rispondo comunque!)

Perché uso uno pseudonimo? Dicono che abbiamo 7 alter ego nel mondo… ecco, io ne ho già incontrate due. Per parecchio tempo ho ricevuto richieste, email e tag relativi alle loro attività e, così, ho capito che serviva un altro nome. Perché proprio un nome semplice come Bianca Heinz-Kurstermann? Beh, Bianca è un nome che mi è sempre piaciuto, sul cognome mi sono ispirata alla bisnonna austriaca che, nemmeno farlo apposta, era un’insegnante.

Se proprio vogliamo dirla tutta, ho scoperto che le persone hanno meno problemi a pronunciare il cognome tedesco che quello italiano… Un motivo in più per tenerlo, oltre al fatto che, ormai, per molti sono “Bianca” a prescindere dalla carta di identità.

Nome a parte, sono madrelingua italiana e bilingue inglese, più per passione che per necessità, e sopravvivo in qualche altra lingua tra cui il francese (B2) e un po’ di norvegese (A2/B1) grazie alla pazienza del mio insegnante che mi sprona a parlarlo nonostante non sia ancora a mio agio con la pronuncia norrena; capisco bene lo spagnolo che esercito viaggiando virtualmente con i video di Vagaboom, ma ancora non riesco a parlarlo, perché a livello di grammatica e lessico sono davvero agli inizi.

Il mio percorso professionale nel mondo editoriale non è stato diretto, sebbene con il senno di poi, qualche avvisaglia avrei dovuto coglierla.

Nasco come editor di numeri e processi amministrativi. Infatti, ho trascorso circa dieci anni lavorando in società modernamente strutturate, organizzando e riqualificando i comparti amministrativi. Inoltre, ho gestito e monitorato i flussi economici per conto di queste società come Financial Controller.

Per molti anni, ho gestito e ottimizzato reparti amministrativi e mi sono occupata della gestione economica di progetti su commessa di realtà internazionali modernamente strutturate e ho adattato le tecniche del project management all’organizzazione della scrittura fiction, o scrittura creativa.

Grazie a questa esperienza pluriennale e alla criticità acquisita nel content editing, aiuto gli scrittori a strutturare trama, ambientazione e personaggi in modo e quindi a scrivere un libro coerente e realistico, facendo attenzione a evitare plot holes o infodump; Fornisco suggerimenti e strumenti utili per organizzare il lavoro in vista di una scadenza, improntando la scrittura nell’ottica di un lavoro costante nel tempo, attraverso un coaching personalizzato.

In pratica, per molti sono stata un cane cattivo, una creatura mitologica metà Cerbero, metà Caronte: sempre lì a parlare di cavilli burocratici (da qui la mia passione per il Diritto d’Autore di cui scrivo su Altalex) e contare le monete prima di traghettarle nei giusti conti. Ci sono state serate di quadrature e giornate complesse, ma questa realtà mi ha formata e mi ha permesso di affinare l’occhio clinico, o dovrei dire critico, in grado di trovare le magagne.

Durante questi anni ho sempre coltivato la cultura del lifelong learning, ho continuato a studiare, seguire corsi e cimentarmi nella scrittura, nelle lingue straniere e, alla fine, il mio percorso è giunto a un bivio: continuare su questa strada, lavorare con i numeri e studiare tecniche narrative nel tempo libero oppure…

Ho tirato su le maniche e, passati i trenta già da un po’, ho intensificato lo studio e la pianificazione di questa nuova strada, affrontando la famosa gavetta, imparando dai corsi e da chi ne sapeva più di me, ho approfondito le tecniche di Project Management e sull’ottimizzazione dei processi, sull’editing, la scrittura creativa, la scrittura e il copywriting in ottica SEO.

Ho coltivato la mia passione per la scrittura (puoi consultare il mio percorso formativo qui), l’organizzazione e la traduzione, tanto che ho iniziato attivamente a unire queste diverse attività e ho trasformato la passione in un lavoro, tanto che oggi:

  • Revisiono testi scritti da altri (proofreading e editing) in Italiano e Inglese;
    • Sono una proofreader (correttore di bozza), copy editor e content editor.
  • Insegno a Scrittori, aspiranti correttori di bozza, editor e traduttori;
    • Curo dei corsi online one-to-one di Proofreading, Editing,  organizzazione il lavoro e diritto d’autore.
    • Per chi non sa ancora quale percorso vuole seguire o non ha tempo per un corso vero e proprio, curo delle rubriche tematiche gratuite sulla scrittura, l’editing e il marketing qui su Parole in Linea.
  • Traduco saggi (manuali e self-help) e romanzi Thriller e Fantasy;
    • Tradurre romanzi mi piace perché uso le lingue straniere, e considero questa attività una forma di scrittura creativa indiretta. Inoltre, credo sia importante entrare in contatto con culture diverse, anche quando non si parla la stessa lingua. Leggere scrittori lontani, nel tempo e nei luoghi apre la mente; è un viaggio senza confini.
    • Al momento, mi occupo attivamente di traduzione dall’Inglese all’Italiano di manuali tecnici sulla scrittura e il ghostwriting con il mio nome e di romanzi fantasy, soprannaturali e thriller, sotto pseudonimo (le anteprime sono disponibili qui).
  • Traduco e revisiono le traduzioni (PTE) con Polyglots per WordPress Italia;
  • Scrivo per terzi (Copywriting e Ghostwriting);
  • Scrivo articoli sul Diritto d’Autore per Altalex;
  • Aiuto gli Scrittori nella progettazione dei propri romanzi e nell’autorevisione con il Writing Coach;
  • Fornisco consulenze per muoversi nel mondo dell’editoria e orientarsi in base agli obiettivi prefissati;
  • Scrivo storie (ok, ne progetto più di quante riesca fisicamente a scriverne – mea culpa, mea culpa).

Ma, a parte lo studio, com’è nata?

Nel 2018 ho aperto un Blog, Parole in Linea, che poi è diventato il nome della mia Azienda e ho iniziato a parlare di scrittura pratica – che comprende tutto ciò che precede la stesura vera e propria – perché molte persone si arrendono in questa fase e lasciano inespresso il proprio talento. Un vero peccato.

Cristina "Bianca" Mantione
Cristina "Bianca" Mantione

Mi chiamo Bianca, anche se la mia carta di identità dice altro... ormai le persone mi conoscono con questo nome e, soprattutto, sembra riescano a pronunciare meglio il cognome teutonico che quello ufficiale.
Da qualche anno mi sono avvicinata alla traduzione, all'editing e alla correzione di bozza, studiando e facendo pratica e ora mi sto addentrando nell'ambito dal punto di vista professionale anche se, in effetti, devo dire che, se vogliamo vederla sotto l'ottica della revisione, mi sono sempre occupata di editing, solo che prima facevo "editing aziendale e amministrativo".
Dopo 10 anni passati a "litigare professionalmente" con avvocati e commercialisti, ingegneri e compagnia bella ho capito che se sono sopravvissuta a loro posso affrontare gli Autori... del resto ormai sono a un bilancio dall'inferno e lì, si dice, di revisori ne cercano parecchi per rimettere in riga le anime.
Spero di condividere il cammino con te che mi leggi. Parleremo, inventeremo nuovi mondi e insieme coltiveremo questa passione.

Bio | chi sono | Parole in Linea
Di cosa mi occupo

©️ Riproduzione riservata